PER UNA TEORIA CRITICA DELLO SPORT IN ITALIA


PER UNA TEORIA CRITICA DELLO SPORT IN ITALIA

Disponibile

17,00
Prezzo IVA inclusa


L'AUTORE

 • Diplomato con lode all’ISEF di Milano (1976). • Docente ordinario di EFS nella Scuola secondaria di 1° grado. • Docente Scuola dello Sport (Coni) per l’area di metodologia dell’allenamento. • Professore a contratto di “Teoria e metodologia dell’allenamento” nel Corso di Laurea in Scienze Motorie e Sportive dell’Università degli Studi di Pavia (2000-2012). • Docente ai Corsi allenatori di 1° grado FIPAV 81984-2000). • Collaboratore scientifico per la formazione degli allenatori e la documentazione sportiva de CP Coni di Varese (1984-2004). • Qualifiche professionali: Allenatore FIPAV 3° grado, Assistente tecnico FGC, Preparatore atletico FIT. • Collaboratore del CP FIPAV di Varese. • Collaboratore della rivista francese “Science et Motricité” dell’AFRAPS. • Esperto in metodologia dell’allenamento e documentazione sportiva. • Attualmente si occupa di problematiche della formazione iniziale e continua degli allenatori, di coaching, metodologia dell’allenamento, sport giovanile, giochi sportivi, storia sociale e critica dello sport moderno. • Ha pubblicato Teoria e metodologia dei giochi sportivi, con particolare riferimento alla pallavolo (1984), Introduzione all’allenamento (2007) ed è in preparazione il Dizionario di scienze motorie e sportive (2013). 

IL LIBRO

  È una collana di studi e riflessioni storiche e sociali, dibattiti e ricerche, innovazioni e proposte nell’ambito del corpo, del movimento e dello sport. Pubblicherà inchieste etno-antropologiche sulle tecnologie corporee: dossier psicosociologici sui saperi, saper fare, saper essere, saper apprendere del corpo; studi sulle crisi, mutazioni e controversie che sconvolgono le questioni del modo di vita (lavoro, medicina, sessualità, attività fisiche, educazione, tempo libero, urbanesimo). Si propone un lavoro di smontaggio analitico dei miti, fantasmi e ritualità veicolate dall’istituzione sportiva contemporanea (olimpismo, affarismo, doping, fair-play, machismo, ecc.). Svelando le contraddizioni e le disfunzioni dello spettacolo sportivo, questa collana pone agli educatori, agli “utilizzatori” del corpo e ai pratici della forma delle questioni etiche, politiche e pedagogiche. I testi che propone sono tratti dalla corrente della Teoria critica radicale dello sport, nata a metà degli anni ‘60 in Francia sotto la spinta di Jean-Marie Brohm e di un collettivo di autori dapprima con la rivista Quel corps? (1975-1977) e ora Quel Sport? (dal 2007 con Fabien Ollier). 

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Autore Tiziano Marini
Numero di pagine 210

Cerca questa categoria: UNIVERSITARIA