TESTIMONIANZE SULL'ESODO ISTRIANO. Italiani o Croati? No! Istriani!


TESTIMONIANZE SULL'ESODO ISTRIANO. Italiani o Croati? No! Istriani!

Disponibile

20,00
Prezzo IVA inclusa


L'Esodo Giuliano-Dalmata è noto come Esodo Istriano, si stima che tra 250.000 e 350.000 persone dovettero abbandonare le loro terre d'origine, e altre dovettero subire il massacro delle Foibe. Questa è una raccolta di testimonianze dirette, poesie, fotografie e documenti riprodotti dall'originale, allo scopo di diffondere un pezzo di storia parzialmente dimenticata, non solo raccontato da qualche informazione tratta da i libri di scuola, quasi fuori programma, ma con la vicinanza diretta di chi l'ha vissuto, di chi si è visto negare la propria identità. Non è un pezzo di storia locale: dovrebbe essere un pezzo di Storia Italiana, senza identità politica o di religione, imbavagliato dal tempo.

In copertina: Madonna del Mare, Abbazia

La storia inizia nel lontano 1891 quando il conte Arthur Kesselstatdt perse tragicamente la vita durante una tempesta di fronte ad Abbazia. La famiglia del Conte pose la statua della “Madonna del Mare” sullo scoglio affinché vegliasse sull’anima del Conte.

Si dice che la statua con il tempo si sia deteriorata e sia stata sostituita con la “Ragazza col Gabbiano”

(Si narra che subito dopo la guerra durante l’esodo sia stata sostituita di proposito dagli slavi).

Ora una copia della madonnina si trova nella Chiesa di S.Giacomo ad Abbazia e l’originale nel museo croato del turismo a Villa Angiolina.

Immagine e didascalia gentilmente fornita da Anna Maria Giovanutti

 

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Autore Federica Borsi, Anna Maria Giovanutti, Bruno Pecchiari, Attilio Menin
Numero di pagine 64

Cerca anche queste categorie: SAGGISTICA, Saggi, NAUTILUS