RACCONTI ALPINI


RACCONTI ALPINI

Disponibile

12,00
Prezzo IVA inclusa


L'AUTORE

 Nato a Casteggio (Pavia ) nel 1942, dopo la Scuola Militare Alpina di Aosta è stato Sergente allievo AUC e poi sottotenente della Brigata Julia. Della sua vita alpina ricorda con particolare nostalgia i mesi in cui è stato “il sergente dei muli”. Dopo il congedo ha continuato a dar parte della grande famiglia alpina, grazie all’Associazione Nazionale Alpini ed a partire dalle operazioni di soccorso in Friuli anche grazie alla bella esperienza della protezione civile alpina. In questo ultimo contesto ha conseguito uno scherzoso diploma in “Vanga e badile” che gli è caro non meno di altri titoli accademici e professionali. Da “civile “ ha contribuito in anni ormai lontani, più che altro a livello manuale, alla prima tracciatura dell’Alta Via della Valmalenco sotto la direzione degli amici Giancarlo Corbellini e Nemo Canetta del CAI di Milano. A causa della sua distrazione, ammirando il paesaggio, è inciampato su un sasso rovesciando una lattine di vernice gialla ed ha prodotto il più grande segnale su roccia, degno di entrare nel Guiness dei primati, ancora oggi visibile, dopo diversi decenni, sull’itinerario dell’alta via ricordata, finendo così la sua carriera di segnalatore di sentieri. In compenso ha compiuto innumerevoli escursioni e facili scalate nell’arco alpino in compagnia di amici od anche spesso da solo per ascoltare meglio le voci della montagna. Ritiene di aver trasmesso l’amore per essa alle figlieLucia ed Irene ed alla nipote Giulia, il cui nome ricorda la sua amata divisione alpina e spera di riuscire ancora a portare quest’ultima con le altre nipoti Laura e Chiara Luna, se non proprio sulle cimedel gruppo del Bernina almeno nei sottostanti rifugi di cui in questo libro si parla… In esso i nomi ed i personaggi sono dovuti alla fantasia dell’autore anche se la distinzione tra la fantasia e la realtà in alta montagna è spesso molto labile ed incerta.

IL LIBRO

  In “racconti alpini” i ricordi, spesso divertenti, di vita militare tra alpini e muli si incrociano con storie di montagna e di rifugio, di amori felici ed infelici, di attese e lunghi silenzi, di momenti di fatica e di gioia persino di vicende colorate di giallo e di mistero, nel quadro dei monti e dei ghiacciai, Vi si incontrano immagini e ricordi, tutti accumunati dalla grande passione per quel mondo incantato che
è quello delle Alpi. La narrazione é venata da una poesia sottile e dal rimpianto per qualcosa che rischia di scomparire per sempre, come i ghiacciai perenni con le loro storie e leggende e che viene in questo piccolo libro consegnato per sempre alla dimensione del ricordo.

Informazioni aggiuntive sul prodotto

Autore Luciano Musselli
Numero di pagine 96

Cerca questa categoria: ROMANZI